Ricette: come ti tiro su il weekend

tiramisuA me piace cucinare. Siccome però non amo particolarmente il dolce, e siccome cucino io e ai fornelli non sono democratica, non ho mai imparato a fare un dolce decente. Pasta, secondi, torte di verdura, tutto ok. Dolci, zero.
Per cui sono stata molto felice di intervistare Carlo Cracco, geniale chef di Cracco Peck a Milano (2 stelle Michelin, il migliore di Milano secondo il Gambero Rosso) che mi ha regalato questa ricetta per un tiramisu leggero (che, Cracco assicura, non è un ossimoro, anche se io ci credo poco). Ancora non l’ho provato, però nel frattempo la rigiro a voi, che domani è domenica e un dolcetto ci sta bene. Fatemi sapere.

TIRAMISU LEGGERO COTTO AL VAPORE

Ingredienti (per 4 persone)
savoiardi g 40
caffè dl 1
latte dl 1
½ stecca di vaniglia
1 uovo
zucchero g 45
farina g 10
mascarpone g 80
gocce di cioccolato g 20 cioccolato fondente grattugiato grossolanamente
cacao in polvere g 50
1 pizzico di sale

Tempo di preparazione: 30’
Tempo di finitura: 5’
Utensili: pentola per la cottura a vapore, frusta, tazze di vetro.

Preparazione

1) Tagliare i savoiardi a cubetti. Ridurre il caffè a consistenza sciropposa in un piccolo tegame e pesarne 10 g (due cucchiai circa).
2) Portare a ebollizione il latte con la stecca di vaniglia, aperta e grattata.
3) Aprire l’uovo e conservare l’albume. Mescolare il tuorlo con 20 g di zucchero e il sale; amalgamare quindi la farina.
4) Togliere il latte dal fuoco e versarlo caldo sull’uovo. Rimettere il composto a cuocere per circa 5 minuti a fuoco basso, mescolando rapidamente. Fare raffreddare la crema in frigorifero.
5) In un altro recipiente montare a neve l’albume con 25 g di zucchero.
6) Unire alla crema fredda precedentemente preparata il mascarpone, quindi incorporare l’albume ben fermo.
7) Disporre il composto in tazze di vetro che tengano la cottura, formando strati inframmezzati da dadini di savoiardi, caffè e gocce di cioccolato. Il vetro permette di apprezzare anche l’estetica del dolce, formato da più strati colorati.

Finitura
Cuocere il tiramisù già nelle tazze in una vaporiera o una pentola per la cottura a vapore per circa 4 minuti. L’acqua deve bollire a una distanza di circa 10 centimetri dal dolce. Spolverizzarlo di cacao in polvere subito prima di servire.

Una variazione: al posto di savoiardi al caffè e cioccolato, utilizzate amaretti morbidi, canditi tagliati a cubetti e mandorle spezzettate o caramellate.

(Da Donna Moderna)

6 thoughts on “Ricette: come ti tiro su il weekend

  1. Molto genoroso da parte tua condividere una ricetta di Cracco ma… visto che anche io rimango indifferente davanti ai dolci e visto che non ci sono mai andata, mi racconti qualche cosa del menu pre-desert?
    Da Cracco Peck a Peck: gioved ero a Milano e appena ho avuto un’oretta libera sono andata da Peck. Sono riuscita a comprare 4 cose spendendo meno di 600 euro.
    Vi consiglio:
    praline piccole di cacao che avvolgono semi di pepe rosa e il sale affumicato.
    Sale affumicato?
    E questa volta voglio proprio usare un punto esclamativo.
    !

  2. Stefania: ancora non ho avuto il piacere di andarci, figurati! Ma appena riesco dar ampio resoconto. Per quanto riguarda il sale affumicato, mesi fa avevo scritto un pezzo tutto incentrato sui sali aromatici da cucina, pensa che c’ pure una fiera dedicata: SaltExpo

  3. Ah guarda, in quanto a belinate da periodico femminile non mi batte nessuno ;-)

  4. Ma c’ il mascarpone: come fa ad essere leggero? Solo ad annusarlo si ingrassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website