Di gatti e donne single

<<Potrei sapere per favore – chiese Alice, da che parte posso andare?>> <<Tutto dipende da
dove vuoi andare!>>, rispose il gatto.

A proposito della relazione tra gatti e donne single…Io l’ho data assolutamente
per scontata, forse perché è un cliché che sento ripetere da sempre (dagli uomini). Ma qualcuno ha chiesto informazioni, ed ecco qui qualche notizia
in più:

Via aranel vi segnalo questo interessante excursus della Federazione Italiana Felini sul gatto e l’emancipazione femminile , che dice fra l’altro:

“è sempre esistito un parallelo esistenziale tra la condizione
femminile ed il gatto, legato ad essa in varie epoche storiche, secondo la
considerazione che la donna ebbe nella famiglia e nella società’, sempre uniti
nella buona e nella cattiva sorte che la società’, i costumi, la religione
riservavano loro. Piu’ la donna veniva relegata ed emarginata, piu’ il gatto veniva
perseguitato e bandito. Ai giorni nostri la condizione femminile sul percorso
dell’emancipazione e della considerazione; guarda caso, il gatto si trova nello
stesso percorso in ascesa.”

Su questo sito invece
si ricorda la triste sorte comune di gatti e streghe (notoriamente, single ante
litteram, donne sole, vedove o mai sposate, che per questo vivono ai margini
della società):

“Nel 1484 papa Innocenzo VIII decretò infatti la caccia alle
streghe e anche il solo dar del cibo ad un gatto era sufficiente perché una
donna venisse accusata di pratiche diaboliche e di stregoneria”.

Altre cose random che mi vengono in mente: le gattare, sempre donne, spesso sole, archetipo della
zitella (single non si usava) che compensava la sua solitudine con le coccole e
il cibo ai randagi.

Tutti i film, telefilm e serie TV in cui “la donna single ha
sempre un gatto”.

(Se ci pensate, l’unica che ha un gatto in Sex&The City è Miranda – che poi, va bene, nell’attacco di buonismo suicida che ha colpito gli sceneggiatori, alla fine fa un figlio e sposa Steve, ma per buona parte della serie è la più cinica e indipendente delle quattro).

E per gli uomini? Secondo una ricerca dell’associazione UK Cats Protection:

“Le donne amano gli uomini che amano i gatti. Il 90% delle single intervistate pensa che gli uomini gattofili siano più sensibili, dolci e
affettuosi”.

Aggiungo un proverbio tedesco:
“Chi ama i gatti piglia la donna bella”
e uno orientale:
“Cercate di capire il gatto e capirete la donna”.

Miao.

3 thoughts on “Di gatti e donne single

  1. ma quindi non ho capito… avendo pure due gatti, dovrei preoccuparmi o essere contenta? ;-)

  2. @miao (un nick, un perch): per come la vedo io, se hai due gatti dovresti esere comunque contenta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website