Feng Shui e superstizione

Sono scaramantica e il Feng Shui mi incuriosisce. Per questo mi è piaciuto occuparmi di un pezzo che mette in relazione piccole superstizioni che fanno parte delle nostre tradizioni, consigli di saggezza di mamme e nonne e la disciplina orientale. Per, ovviamente, portare nuova luce nella vita, favorire le botte di fortuna e gli innamoramenti fulminanti. Tutti pronti?

Superstizioni

– Il rosso è il colore della passione ma anche tinta scaramantica, usata nei famosi cornetti scacciamalocchio. Pure secondo il Feng Shui: metti su comodini e mensole della camera da letto oggetti scarlatti, meglio se in coppia. Troverai l’uomo della tua vita in un lampo. Se punti in alto, insisti nella parte situata in fondo a destra della stanza, partendo dalla porta di ingresso: è l’area del matrimonio!
– Hai rotto uno specchio? Sette anni di guai. Da cui però ti puoi liberare gettando i cocci in un corso d’acqua, all’alba. Anche secondo il Feng Shui le superfici riflettenti sono molto potenti ma non necessariamente in negativo. Anzi, uno specchio in un ingresso un po’ claustrofobico allarga le tue vedute e rafforza l’autostima. In camera da letto aumenta l’energia sessuale (sarà per quello che abbondano nei motel?) ma devi posizionarlo in modo che non rifletta direttamente il letto. Secondo la disciplina orientale, infatti, non porta bene vedersi riflessi al risveglio come prima cosa (e in effetti, guardando i miei capelli in fase anarchica al mattino, capisco perché: si rischia l’infarto).
– Che i gatti neri portino sfortuna è un’idiozia come sanno benissimo, oltre che le gattare come me, tutte le persone intelligenti. Secondo il Feng Shui invece il tuo micio può essere utilissimo per capire se in casa tua c’è qualcosa che non va. Osserva il suo comportamento: gli angoli dove si ferma con più insistenza corrispondono alle aree della tua vita bisognose di intervento. Prendi una cartina dell’appartamento e sovrapponici il Bagua, la mappa energetica del Feng Shui (la trovi qui) che ti dice quali parti della tua vita hanno bisogno di una scossa.

Buon senso

– Ammetto subito: sono super disordinata. E faccio male, perché secondo il Feng Shui documenti, libri accatastati, abiti gettati alla rinfusa bloccano il flusso del Chi, l’energia positiva, confondono le idee e ti soffocano psicologicamente. Ovunque: in ufficio non ti fanno rendere al meglio e in camera agitano il sonno. Soluzione? Un robusto space clearing un paio di volte all’anno.
– Sei sempre senza una lira, anzi un euro? Occhio alle perdite in casa. L’acqua che “corre via” sempre secondo il Feng Shui simboleggia perdite di denaro inarrestabili, per cui fai riparare subito ogni gocciolamento (come trovare un idraulico disponibile il Feng Shui non lo dice, mi spiace). In più, tieni chiusa la porta del bagno e copri sempre il w.c.
– «Non sederti in corrispondenza dello spigolo del tavolo, altrimenti non ti sposerai!» Almeno così diceva mia nonna. Che sognate o meno i fiori d’arancio, meglio evitare di stare di fronte o sotto a forme acute e angoli a 45 gradi: portano energia negativa. Se vuoi cambiare l’arredamento, ricorda che il Feng Shui predilige forme morbide e arrotondate, attorno alle quali il Chi può scorrere liberamente.

6 thoughts on “Feng Shui e superstizione

  1. Non so se il Feng Shui c’entri qualcosa, ma in effetti quando a casa ho mucchi di vestiti in camera; carte, posta e riviste accumulate tra soggiorno e cucina e il balcone che trabocca di “raccolta differenziata” mi sento molto nervosa. Quando riesco a sgomberare tutto, meglio ancora quando svuoto l’armadio da cosa inutili e faccio dei bei mucchi da portar via, mi sento molto pi serena :-)

  2. A)Avere i capelli rossi puo’ essere utile per trovare marito? B) il mio frigo rosso, il divano pure e la lavatrice anche …. pero’ niente sposo sulla soglia sar mica colpa di tutti gli specchi che ho rotto?

  3. Specchio rotto? Mi caduto lo specchio grande del bagno alle 3 di notte schiantandosi sulla vasca, per poco non mi viene un colpo dallo spavento! Se avessi buttato i cocci nel fiumiciattolo inquinato vicino a casa mi avrebbero pure arrestata per costruzione abusiva!
    Leggerti sempre un piacere! Ciao

  4. Ho avuto modo di vedere un appartamento ristrutturato secondo i principi feng shui.

    Levati alcuni dettagli che non hanno valore dal punto di vista funzionale, tutto il resto ben fatto, curato, studiato e alla fine anche riuscito.

    Il problema sulla motivazione delle scelte, non sul risultato. Tutto quello che viene fatto pu essere spiegato con il nostro modo occidentale di intendere larchitettura .La buona architettura , la logica, il buon senso , le tradizioni del passato sono qualit universali.

    Ora: considerando che anche gli ordini professionali organizzano corsi sul feng shui , come ci si confronta con questo nuovo approccio alla progettazione?

    Smontiamo le nostre conoscenze per abbracciarne altre a noi lontane? Diventiamo santoni di una arte orientale? integriamo le due conoscenze? o magari si utilizza il feng shui per la classica prova del nove, come quando non si era sicuri di un calcolo ben riuscito, e si usava il buon vecchio metodo imparato a scuola?

    Non ti nego che mi piacerebbe avere una tua risposta al quesito sul mio blog, dove ho un articolo proprio su questo argomento
    http://nicodemodellaquila.blogattivo.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website