Gli esami (del sangue) non finiscono mai

Vado a fare le analisi del sangue. Così, routine, ogni due anni almeno si deve, no? Tralascio la descrizione del solito patetico contorcimento da me effettuato sulla Sedia del Prelievo per evitare di guardare. E il tono di voce dell’infermiera che come ogni volta dopo avermi guardato in faccia mi dice, pietosa: “Si sieda lì, aspetti un attimo prima di uscire”, mentre davanti a me sfilano imperterrite vecchiette di carta velina che si fanno infilare nel braccio aghi più grandi di loro senza fare un plissé e uscendo arzille in un nanosecondo.
Dopo un paio d’ore, squilla il cellulare

“Pronto, mi scusi, chiamo dal laboratorio di analisi”
Panico. Tachicardia. Sudori freddi.
“Sì, che c’è? Cosa avete trovato? C’è qualcosa che non va, vero? Devo venire lì? O me lo dice per telefono?”
“No, mi scusi, si calmi, volevo dirglielo subito ma non mi ha dato il tempo: non si preoccupi. Le sue analisi ancora non le abbiamo fatte, è venuta poco fa. E’ solo che ha dimenticato qui lo scontrino della carta di credito, sa…”
“Si calmi? Io sono calmissima. Ma non poteva dirmelo quando passavo a ritirare gli esiti? Ma che problemi avete? Siete sadici, voi?
“No. Comunque quando vuole può passare a ritirarlo è qui, eh. Click”

(N.B.: da vera ipocondriaca scaramantica, questo post l’ho scritto un paio di giorni fa ma l’ho messo online solo ora che ho ritirato il referto e ho visto che ci sono meno asterischi che in una pubblicità di auto e sono cintura nera di colesterolo, trigliceridi, potassio, piastrine e quant’altro. La mia amica Roberta, che non a caso insegna, direbbe che non è ipocondria ma la sindrome da prima della classe che mi fa venire viene l’ansia da prestazione anche per le analisi. Sarà.)

6 thoughts on “Gli esami (del sangue) non finiscono mai

  1. gli esami del sangue ogni due anni? io ho cambiato il dottore 6 anni fa…. adesso ho una dottoressa che mi dicono sia carina ma che ancora non ho mai visto………… che faccio incarno l’uomo medio italiano?

  2. Luca, sei ancora li’? Dal dottore, subito! ;-)

  3. Ipocondriaca come sono ancora non ho scelto il medico a Milano per paura che me ne capiti uno pi ansioso di me. Avete qualcuno da consigliarmi?

  4. Le vecchiette da prelievo sono veramente insopportabili. Tu hai 26 anni, scoppi di salute e vedi loro trotterellare fuori allegre dopo un salasso di 3 litri, mentre tu per un normale prelievo non riesci nemmeno ad alzarti dal lettino.

    Epocale la scena in cui, stanca dell’umiliazione, mi alzavo scattante urlando: “sto bene, sto bene”, uscendo con passo barcollante dalla porta. Due secondi dopo ero svenuta su una macchina parcheggiata fuori dallo studio medico con mia madre che urlava “aiutooo”. Risultato: una volta ripresa il medico mi ha rimproverato perch avevo detto che stavo bene, mentre quella stronza dell’ottantenne se la rideva sotto i baffi.

    GRRRRR.

  5. Dopo aver collezionato 3 svenimenti sulla soglia del laboratorio di analisi (di cui, lo confesso, uno prima del prelievo…), uno mentre pagavo con la carta di credito (sempre al laboratorio) e uno comodamente sdraiata sul lettino (l’unica volta che ho davvero atteso prima di alzarmi, ma solo perch l’infermiere aveva due occhi come il mare eheheh), insomma credo di poter entrare a testa alta nel club :D PS “vecchiette di carta velina”. Quando qualcun altro trova le parole esatte per definire qualcosa che ben chiaro nella tua mente!!! :)

  6. kazu, la prossima volta ci andiamo insieme a fare il prelievo, sai che circo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website