Ho una sosia. E se è brutta?

L’altro giorno un’amica mi ha raccontato un aneddoto divertente. In vacanza in Grecia, scopre di avere una sosia perfetta. Che vive a Milano, come lei, e fa il suo stesso lavoro. Solo che non lo scopre incontrandola, ma parlando con la gente di quella sperduta isoletta, che la scambia per “l’altra”, evidentemente habitueé delle vacanze sul posto.
Incuriosita, la mia amica raccoglie informazioni, fino a scoprire dove lavora. E a farsi venire la voglia di contattarla. Ma poi, mi dice, mi sono fermata: “Perché avevo il terrore di incontrarla e di vederla brutta. E di pensare: oddio, è un mostro, e la gente pensa che io assomigli a questa. Ma io non sono così!”
Non parliamo di una ragazzina eh: la mia amica è una donna sopra i 30, con un bel lavoro, un casa deliziosa e un sacco di giri.
Eppure.
Eppure ha avuto il terrore di vedersi brutta negli occhi degli altri. La paura della percezione che gli altri hanno di noi. La stessa che sperimentiamo già, ad esempio, quando qualcuno ci da più anni di quelli che abbiamo (basta anche la prima botta di “Signora, desidera”? al posto di un “Ciao” in un bar, a dire la verità). La mia amica è fuggita dallo specchio. Ha preferito non sapere a chi altri credono lei assomigli.
E’ brutto ammettere di avere (ancora) così paura del giudizio (estetico) altrui. Però dai, un conto è se ti dicono che assomigli a un’attrice. Ma una sconosciuta…E se poi è più grassa? Se ha il naso grosso? I denti brutti?
E comunque: io non la vorrei incontrare perché se mi assomigliasse davvero sarebbe o stesso uno shock. 33 anni passati a credermi unica. Ma va…

10 thoughts on “Ho una sosia. E se è brutta?

  1. Un giorno tempo fa mi e successa una cosa….avevo tipo 16 anni la cantante Laura Pausini aveva fatto la sua prima apparizione su Sanremo. Bene, ero li in piazza nella mia piena gioventu..una ragazza mi si avvicina e mi guarda. MI squadra bene e poi mi dice seria :
    -” Ma lo sai che somigli a Laura Pausini….certo che e’ proprio brutta eh? Vero?”-
    Ma dico secondo voi quando vi dicono una cosa cosi che gli si deve rispondere? Ma vedi d’annaaaaaaa’…. ;-)ops!

  2. Ciao, il mio intervento non c’entra specificamente col “problema sosia”, ma inerisce a una frase che hai scritto: La stessa che sperimentiamo gi, ad esempio, quando qualcuno ci da pi anni di quelli che abbiamo: ti mai capitato, invece, di venire perennemente scambiata per una pi giovane o meglio per una minorenne??? Beh, a me spessissimo!! Beh, ti posso assicurare che sgradevole e fastidioso (anche se tutti dicono: Beata te!!) tanto quanto il contrario! Un saluto!

  3. dir di pi:
    la cosa peggiore che quando qualcuno ti dice che assomigli a un personaggio conosciuto, poi quando esci con quel qualcuno ti senti come quel personaggio… anche se non sei cos, anche se pensi che non ti somigli, anzi magari ti antipatico..mai capitato?

  4. @ Vale: no, non mi mai successo, purtroppo…sicura sicura che sia un problema? ;-)
    @ Sonia: che strano! Cio entri nel personaggio anche senza sentirti simile, o addirittura non amandolo? Questo Zelig (nel senso del camaleonte) all’ennesima!

  5. No, non entro nel personaggio, ma riesco a vedermi con i loro occhi e mi sembra che sia addirittura possibile che io possa assomigliare a qs personaggio in quel momento.

  6. S!! Posso assicurartelo…una volta sono andata a votare e mi hanno guardata storta, dicendomi: “Ma lo sai che le bambine non votano??!”…per me un problema…forse quando avr 35-40 anni smetter di esserlo…per ora mi girano assai!!

  7. Il mio commento va bene sia per questo post che per quello sulla perfidia femminile ;-) Proprio ieri una mia amica mi dice: “Sai, ho visto una che ti assomigliava tantissimo! Stessi capelli, stessa altezza, stesso modo di ballare…. eh s, anche i fianchi come i tuoi!!” Sottolineando quest’ulitma parola un po’ ironicamente… insomma anche la poveretta sventurata mia sosia ha un culo che fa provincia, ma forse non ha un’amica cos!

  8. @je heheheheheeh! Hai appena scoperto di avere un’esemplare di amica-Alice nel Paese delle meraviglie. Quelle che, con estrema innocenza e candore, e col sorriso sulle labbra, tirano gi delle bordate da contraerea. Per poi dirti, se ti offendi.: “Ma guarda che io non intendevo quello, eh!”

  9. @barbara L’esemplare di amica-Alice meriterebbe un post intero ;-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website