Lo space clearing della scarpiera/3

pura lopez

Danno da shopping N°3

Cosa: scarpe in denim con zeppa sagomata di Pura Lopez
Quando: la scorsa primavera, a Milano.
Perché le ho comprate: sono bellissime. Mi piacevano quando le ho acquistate (tanto che ho ordinato il mio numero, che non c’era, e sono tornata a prenderle una settimana dopo) e mi piacciono ancora adesso. Ho pensato “Sì, sono un po’ alte, ma io ai tacchi sono abituata”.
Com’è andata davvero: ai tacchi sono anche abituata, ma a quelle zeppe no. Sono pericolosissime. Non scherzo. Indossate alla guida fanno più danni della grandine, come avrebbe detto mio nonno contadino. La zeppa in legno sagomata si incastra alla perfezione tra i pedali rendendo impossibile ogni manovra, d’emergenza e non. Credo che l’odioso proverbio “Donna al volante…” abbia avuto origine proprio da un paio di scarpe così. Guidavo come un uomo col cappello. Ma sono praticamente immettibili anche a piedi. L’appoggio al suolo è minimo e la curvatura della zeppa ti fa cadere in avanti da ferma tipo pera cotta o ubriaca marcia. Caviglie adieu.
Indossate volte…: una. Sono scesa dall’auto tremante dopo aver evitato un paio di tamponamenti (non riuscivo a premere il pedale del freno) e ho rischiato di cadere due volte tra scale e corridoio. Ho guadagnato la scrivania strisciando lungo i muri. Adesso ho paura anche a guardarle nella scarpiera. Adesso per sfoggiarle attendo una serata in cui mi vengano a prendere sotto casa, mi siedano in auto, mi lascino di fronte al ristorante e mi risiedano a tavola per poi riaccompagnarmi nel percorso inverso.

Qui il danno da shopping N°1
e il danno da shopping N°2

26 thoughts on “Lo space clearing della scarpiera/3

  1. B ammiro molto come scrivi e quello che “dici” ma non ti farei mai scegliere un paio di scarpe:)
    Dopo aver visto queste comincio a rimpiangere le multicolor di miu miu
    Buona domenica

  2. B, se basta non guidare, vedrai che avrai occasione di metterle (magari da me, tanto guida Baltasar ;-)

    Tu oggi sei uno dei pochi blog fermi al loro posto, sai?

  3. Luca: Ma come? Acc, queste mi piacevano!
    Placida: leggo da te, ma io quando mi sono collegata un paio d’ore fa ho fatto un giro ed era tutto a posto. Mi sono persa l’esorcismo!

  4. allora fattoi venire a prendere, ti fai lasciare davanti al ristorante e ti fai accompagnare a casa. Il gioco fatto.

  5. Alessyo: uff…!
    Sara: non ci sono pi gli uomini di una volta, dovresti saperlo :-)

  6. … quando penso che io sto cercando quelle scarpe blu che avevo visto un mesetto fa e non le trovo pi :( … non saranno mica finite nella tua scarpiera??!!! il numero lo stesso :lol:

  7. JillL: pu darsi, la mia scarpiera tende a fagocitare qualsiasi cosa nei dintorni che assomigli a una calzatura. Per se le compri, occhio alla zeppa eh. Poi non dire che non ti avevo avvisato…

  8. Dania: 36. Non ancora, ma sarai la prima a saperlo: ti avvertir di nascosto come negli ambitissimi pre-saldi :-)

  9. Potresti metterle durante qualche serata casalinga con amici (da te ovviamente) cos non devi neppure arrivare all’ascensore ;-)

  10. 36???

    Fai parte di quella infame categoria che trova sempre il proprio numero durante i saldi, quindi!

    Odio! Invidia!

    Io ho il nazionalpopolare 38… :-(

  11. io ho il 35. per fortuna me la cavo tra superga, birkenstock e ballerine (non arricciare il naso cos, blimunda, che ti vengono le rughette).

  12. E va b se parliamo di numeri allora ecco il mio problema esistenziale: porto il 34 (proprio cos, e non un mezzo numero di pi, infatti il 35 lo perdo per strada) e odio superga ecc. invece adoro tacchi e scarpe femminili… che tragedia, vero? :-(

  13. a volte porto il 34 anch’io, e di solito proprio quelle rarissime volte in cui mi serve il tacco. l’unico soluzione che ho trovato, escludendo quelle improponibili per il prezzo, si chiama supermercato della scarpa (a milano). non so offrire di meglio.

  14. adriana: grazie! mi informo e ci far un giro sicuramente!

  15. Dania: il dramma proprio quello: trovo *anche* il mio numero nei saldi…
    Adriana: lasciamo perdere va! Birkenstock!!! Hai scritto Birkenstock sul mio blog! Anatema su di te!
    je: facci sapere se l le trovi
    spiektte: grazie, sei un tesoro. Ne ho ancora per un paio di puntate :-)

  16. penitentigite birkenstock ohim ohim!
    miserere deutschesandalott komod et pulcherrimus sed incomprensibilmenter diskriminatt. amen.

    con quesro vi lascio per una settimana: cercate di sopravvivere
    terra morocco-bound

  17. Dania: esistono tacchi numero 34, ma si trovano con grande fatica! Infatti i miei danni da shopping di solito sono: “le compro anche se non mi convincono… ma l’unico 34 degli ultimi 10 negozi che ho girato!” poi le porto a casa e scopro che non mi piacciono affatto. Oppure: “ok un 35, ma con una/due solette magari mi vanno…” poi a casa scopro che sono davvero troppo grandi e rimangono nella scarpiera. Insomma potrei riempire un blog con i mie danni da scarpa 34 ;-)
    Blimunda: certo, appena vado al supermercato della scarpa faccio sapere!

  18. arriecco la viaggiatrice sandalata! 1200 km in marocco con le birkenstock ai piedi (e una minuscola hyundai sotto le chiappe), tre donne per compagnia, sole e vento. dovresti vedere che tinta ho :-)
    appena riesco vengo a leggervi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website