Lo space clearing della scarpiera/9

stivali neri

Cosa: stivali al polpaccio con lacci e cerniera modello can can e punta appena temperata
Quando: due o tre anni fa, a Milano, probabilmente in piena sindrome Moulin Rouge (o Mary Poppins, fate voi)
Perché li ho comprati: intrigata dalla stringatura sul davanti che fa tanto istitutrice inglese un po’ perversa, dal tacco molto alto e dall’idea che, certo, il nero va su tutto.
Com’è andata davvero: con la gonna, hanno la lunghezza perfetta per stare male a tutte; abbondantemente sotto il ginocchio. Ossia, troppo corti per sfinare la gamba, troppo lunghi per fare tronchetto alla caviglia che quest’anno è tanto di moda. In più l’accoppiata stringatura più super tacco è abbagasciante come non mai: fa sentire pronte all’istante per un giretto in Viale Zara.
Indossate volte…: due, una con la gonna, vedi sopra, una con i pantaloni. Sono decisamente troppo alti e rigidi per portarli più di venti minuti. In più la cerniera posteriore mi ha tatuato indelebilmente il polpaccio stile Frankestein Junior; una tortura medievale modello stivaletto malese.

Qui gli altri danni da shopping

2 thoughts on “Lo space clearing della scarpiera/9

  1. Guardandoli mi sono venuti in mente i miei (credo di averli portati in sardegna perch qui non mettendoli non ci stavano nella mia mini casa)… ma ricordo perch li volevo: quei lacci stile saloon…

  2. Ahah quando mi ha divertito questo post… cmq io questi stivali li trovo carini, anche se non si indovina bene il profilo :D Sono una tremenda ammiratrice di mary poppins e dell’abbigliamento ottocentesco. E, in primis, degli stivaletti cos :D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website