Preso feticista di Savona, scarpe salve

Confesso: da un paio di settimane, da quando cioè il misterioso feticista savonese che bloccava le donne per strada e le lasciava scalze aveva iniziato a colpire, che quando ero in Liguria mi aggiravo per Varazze e dintorni con sospetto e paura.
E soprattutto mai con ai piedi un gioiello della collezione; meglio squallide infradito di plastica.
A la guerre comme à la guerre, no?
Ora, sospiro di sollievo: lo hanno preso.
Pare agisse su commissione, per conto di una banda di feticisti.
Ma si può? Già ho vissuto il periodo del furto delle Timberland, che andava per la maggiore quando andavo alle superiori.
Ora, rischiare di venire derubata in pieno giorno delle mie zeppe, proprio no.

9 thoughts on “Preso feticista di Savona, scarpe salve

  1. Magari potevi approfittare per mettere le scarpe che non avresti mai messo e che non avresti voluto conservre nell’armadio?

  2. A me una volta hanno rubato le scarpe in piscina. Avr avuto sedici anni. Presente la rastrelliera dove ti obbligavano (non so se succede ancora) a metterle prima di entrare negli spogliatoi? Dopo l’ora di nuoto non c’erano pi e al loro posto ho trovato un paio di spadrillas vecchie e di tre numeri pi grandi. Ma come mai?

  3. non so perch ma quando ho visto la notizia sul secolo ics uno ics la prima persona a cui ho pensato sei stata tu :)
    buona giornata

  4. Grecista: vero, ma al limite ti rubano due pezzi di plastica, poco male!
    Denisocka: in palestra e piscina, sempre scarpe vecchie, la regola quando devi lasciarle incustodite!
    Luca, gi, chiss come mai?

  5. A me un po’ dispiace che l’abbiano preso.
    Era una storia cos romantica…non potendo avere il loro amore, si prese di loro le scarpe…

  6. a differenza di Luca, quando ho visto la notizia sul sito Secolo, ho pensato fossi tu :lol: (si sa che in gravidanza vengono le voglie!!)

  7. JillL: Fantastica!Vedo gi il titolo: “Donna incinta terrorizza il savonese con ripetuti furti di scarpe. “Non riesco a resistere, pi forte di me”, ha dichiarato mentre la portavano via”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website