13 thoughts on “Que viva el toro!

  1. sai sono sempre stato dalla parte del Toro .. sino a quando non ho scambiato 4 chiacchere con uno spagnolo, appassionato di corride, mi ha detto che il toro viene cresciuto allo stato brado, cresce felice e corre nei prati (e qui mi ha fatto il paragone con le galline che vivono stipate in capannoni, sotto le lampade per produrre uova .. insomma una vitaccia), poi il toro vine scelto per la corrida e qui si gioca la partita… se ne esce trionfatore quel toro sar libero per tutta la vita e morir solo di vecchiaia (quindi solo 1 corrida); poi mi ha anche sbrodolato una serie di numeri e da quello che ho capito il numero di tori “trionfatori” sono molti, sono tantissimi …
    resto dell’idea che la corrida sia una atrocit ma aver saputo queste cose mi ha rasserenato .. chiss perch poi !

  2. ma andrea, perch un toro deve aver bisogno di conquistarsi una vecchiaia serena? e poi sinceramente non so quanto credito dare a certi dati ottimisti, quando a fornirli un appassionato di corride…

  3. S, anche io ho molti amici spagnoli che mi hanno fatto pi volte l’apologia della corrida, della sua liturgia, addirittura me l’hanno venduta come una “lotta alla pari”, pensa te. Resto dell’idea che sia uno degli spettacoli pi assurdi e crudeli che esistano. E in ogni caso, il parere del toro non pu saperlo nessuno.

  4. Spero che il Toro lo abbia privato di quegli attributi che normalmente vengono citati per definire un uomo coraggioso.
    Se fosse davvero coraggioso, il torero, affronterebbe il toro a mani nude in aperta campagna. Dove peraltro il Toro si farebbe gli affari suoi cercandosi una bella mucca.
    Andrea, il toro, nella corrida, non viene “solo” ammazzato, ma viene torturato, ferito, terrorizzato. Spero che i giovani spagnoli abbandonino questo atroce divertimento.
    Toreri=assassini.

  5. Andrea Opletal: quando un torero viene ferito gravemente o muore, la notizia arriva anche da noi, quindi sembra un fatto straordinario, ne deduco che i tori vincitori sono davvero pochi. Qualche anno fa ho passato qualche tempo a Valencia e ogni sera passavo con l’autobus di fianco all’arena… tutti i giorni era pienissima! A me sembrava solo un metodo di macellazione spettacolare, ogni giorno moriva un toro e chiss quanti altri in tutta la Spagna. La differenza col mattatoio che i tori non muoiono rapidamente ma tra mille sofferenze.

  6. Gli spagnoli hanno la tradizione “sangriolenta” nella loro cultura e la corrida non credo che sia la pi cruenta tra le loro “cerimonie spettacolo”. Se ben ricordo in Galizia esiste ancora oggi la festa del “Salto della capra”, dove l’animale viene letteralmente buttato gi da una torre nel culmine dei festeggiamenti.

  7. OT … complimenti ai figliolo, davvero notevole

  8. Aranel: appunto poteva continuare a fare il modello, invece di andare ad infilzare i tori.

  9. voi sarete per il toro, io sono pi per il grifone!.. detta questa…cmq l’unico toro per il quale ho tifato, quello che l’anno scorso ha saltato la staccionata ed finito in mezzo al pubblico. very funny

  10. adriana: grazie per il link
    Rick: questa della capra allucinante, proprio non la sapevo

  11. sono d’accordo con voi sull’atrocit della corrida … forse non sono riuscito a trasemttere il messaggio, quello che quel ragazzo voleva farmi capire che ci sono altre situazioni in cui gli animali vivono in maniera crudele tutti i giorni della loro vita …. purtroppo il parere del toro non lo sapremo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website