Sei ultime sigarette

Aggiornamento U.S.: la lettura del libro di Allen è terminata. Ho letto e riletto l’ultimo capitolo, quello nel quale dovrebbe spiegarti come accendere, consapevolmente, l’ultima sigaretta.
Ho meditato le sue parole: “Sarà come liberarsi da una schiavitù”, “Aspirate il fumo coscienti che quella schifezza che vi entra nei polmoni non potrà più farvi male perché questa è la vostra utlima sigaretta” etc etc.
Per ben sei sere (SEI!) ho tenuto un’ultima sigaretta nel pacchetto e ho compiuto questo rito pagano.
A ogni boccata mi ripetevo: “Senti…senti lo schifo nei polmoni…senti…da domani sarai libera” e poi andavo a dormire il sonno dei giusti.
La mattina dopo, al primo trillo della sveglia: “Porcaputtanahofinitolesigarette! Mi tocca uscire a comprarle”.
E ciao Allen.
L’unico parziale successo è stato venerdì. Non ho fumato, ma solo per nutrire il mio personalissimo demone della superstizione: operavano la mia gatta.
Più che Allen al momento poté Luna. Ma non demordo.

5 thoughts on “Sei ultime sigarette

  1. vuoi veramente smettere di fumare?
    rimani incinta ;) io ho smesso il giorno del test e non ho pi toccato una sigaretta
    certo come metodo un po’ drastico, lo ammetto

  2. JillL, tesoro, per come la vedo io al momento, la toppa sarebbe peggio del buco… :-)

  3. Pingback: Blimunda
  4. cara mia… io son stato un accanito fumatore. ho letto allen carr, e ne sono uscito… il problema, non sta nel leggere “l’ultimo capitolo”.. se non ha funzionato, rileggilo con calma… inizialmente, anche io feci il tuo stesso errore, tenere l’ultima sigaretta (cio, comprare per una settimana un pacchetto e fumare, fino ad arrivare all’ultima), ma questo il modo sbagliato… accenditi ORA una sigaretta, e medita, dopodich… non accenderne pi… non pensare a “PORCAPUTTANAHOFINITOLESIGARETTE”, ma pensa a “ORAPROVOASTARESENZASIGARETTE”… vedrai che ci riuscirai, basta volerlo… certo, inizialmente, pu sembrar difficile, ma, una volta uscito fuori, vedrai che sar stato pi facile di quel che sembra.
    con affetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website