Sesso, 237 motivi e un pullman

Gli illuminati psicologi dell’Università del Texas, dopo tanto pensare e dopo aver interrogato circa 2000 persone, sono arrivati alla conclusione che ci siano ben 237 motivi validi per fare sesso, caldo africano degli ultimi giorni permettendo.
Tra questi, “per far passare il mal di testa” (ma come, non era proprio quella la scusa femminile più tipica?), “per cambiare discorso” (non male, come metodo), “per bruciare calorie” (prova costume in avvicinamento?)
Ovviamente i geniali studiosi stanno già preparando un contro-questionario per conoscere invece le motivazioni che spingono le persone a praticare l’astinenza. L’attesa è spasmodica.
Che è quello che non potranno più fare, anche volendo, i cittadini di alcuni paesini spagnoli ai piedi dei Pirenei, a rischio di spopolamento per mancanza di materia prima, leggi donne.
Con un singolare servizio di mogli prêt à porter arriveranno presto in paese bus carichi di gentili signorine, in maggior parte latinoamericane, per vedere se fra loro e i ruvidi montanari scoppia la scintilla, possibilmente allietata da tanti teneri fagottini.
Magari è meglio del bus biblioteca, ma l’analogia che mi è scattata è quella del ripopolamento della fauna a rischio di estinzione. Che tristezza.
Chissà se poi qualcuno, come per i Panda, vigilerà sull’avvenuto accoppiamento?

8 thoughts on “Sesso, 237 motivi e un pullman

  1. secondo me 237 motivi sono troppi….. da me basta un buon motivo per fare sesso… come quale? qualsiasi!
    per il resto dal ratto delle sabine in poi tutto lecito:) anche i wife bus o curriera da mugie

  2. Comunque l’articolo si concentra sul rilancio nella ricerca dei motivi per non fare sesso, come si vede anche dal link. :)

  3. si si solo che io motivi plausibili per non fare sesso non ne ho trovati

  4. christian: s, solo che appunto per ora il secondo “studio” ancora non iniziato, restiamo in trepida attesa dei risultati :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website