Sono molto tollerante

Ancora ottenebrata dalla quantità di cibo ingurgitato nelle feste, ricevo un comunicato stampa di un sondaggio su Italiani e stile alimentare (realizzato da Tomorrow SWG per Fondazione Bonduelle).

I risultati dicono che a tavola siamo divisi in quattro categorie: tolleranti, i calvinisti, scettici ed edonisti. Ossia:

TOLLERANTI (27%) A tavola non si fanno mancare niente: salumi, formaggi, vino purchè il tutto sia di qualità. Sono veri cultori del biologico. Nella vita li contraddistingue una forte modernità di pensiero manifestata attraverso il riconoscimento del valore degli immigrati e delle libertà civili. Credono nelle nuove generazioni e ripongono estrema fiducia nel futuro (e anche nelle cure contro il colesterolo, immagino). Dedicano molto tempo a se stessi, dando il giusto valore alla vita sociale e alle relazioni. Leggono molti libri e quotidiani e viaggiano spesso inseguendo l’arte. Mi ci ritrovo perfettamente, anche se tra poco sarò fuori età: l’identitkit infatti è di giovani (18-34 anni), residenti al nord-ovest di scolarità medio-alta.

CALVINISTI (27%) Secondo loro si mangia sempre peggio, la scienza e la tecnologia creano troppi problemi e le aziende continuano ad inventarsi prodotti spesso inutili. Risultato, cibi classici, poca apertura alle novità e ai prodotti pronti (chiamali scemi). Rigorosi nel modo di pensare e di agire, credono nel progresso economico, ma senza troppi fronzoli. Ossia, da una parte nutrono estrema fiducia nella globalizzazione, dall’altra non vedono di buon occhio le “aperture” culturali della vita moderna ed i suoi stili di vita. Identikit: persone adulte (45/50- 65/70 anni) residenti al sud e nelle isole, di scolarità media, non occupati (prevalentemente casalinghe e pensionati).

SCETTICI (24%) Appaiono distanti da tutte le declinazioni del concetto di modernità. Guardano con atteggiamento critico non solo chi è diverso, ma anche tutto ciò che può portare a dei cambiamenti. Non riconoscono i vantaggi della globalizzazione e della tecnologia e non credono nemmeno nelle nuove generazioni. Distanti anche rispetto al tema benessere: sono poco attenti alla linea e spesso mangiano quello che capita, ergo consumano piatti pronti. Identikit: donne di 35/54 anni, di scolarità bassa, per lo più di famiglia numerosa (più di quattro componenti). Sono poco attratte dalla cultura, non vanno spesso al cinema, viaggiano poco e preferiscono la televisione alla lettura.

EDONISTI (22%) Li contraddistingue il forte orientamento alla modernità ed ai benefici del progresso tecnologico. Persone agiate e inclini ai piaceri della vita, molto attratti dalle novità. Vivono con tranquillità il presente guardando con estrema fiducia al futuro. Sono al passo con i tempi anche rispetto all’alimentazione e all’attenzione per la linea: nel loro carrello della spesa ci sono pochi prodotti calorici come salumi, formaggi e merendine. Identikit: uomini, di 25/34 anni, residenti al centro, perlopiù lavoratori. Single o coppie di scolarità alta. Sono grandi fruitori mediatici e culturali: vanno al cinema, a teatro e amano seguire le manifestazioni culturali e l’arte.

2 thoughts on “Sono molto tollerante

  1. la matematica diventata un’opinione?
    il totale delle tipologie 100% … ma io non rientro in nessuna :(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website