Susanna Agnelli, genio e sintesi

calamaioOgni tanto torno a dormire a casa dei miei. Per qualche festa, o qualche weekend. E succede che immediatamente regredisco fino agli anni dell’università.
Uscite con gli amici fino a tardi (sonno boia, ma si regge ancora), rientro in punta di piedi, pezzo di focaccia in notturna, ultima sigaretta, svenimento nel letto. A volte succede che, se non ci sono da fare le solite decine di commissioni, mi lasciano dormire fino a tardi. Così rivivo anche i risvegli a colpi di “Alzati, che è pronto in tavola” e mi ritrovo a mangiare i ravioli (se ci sono io, ci sono i ravioli, è un dato di fatto) con il vago retrogusto di mentolo del dentifricio.

A parte i ravioli e la regressione tardoadolescenziale, dormire dai miei significa leggere Oggi. E ritrovare, identiche negli anni, le mirabili risposte ai lettori di Susanna Agnelli.
Io amo la posta dei lettori. Leggo con piacere le generose, prolisse risposte di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica. Sorrido e mi immedesimo nelle storie di donne incasinate della psicologa Irene Bernardini su Vanity Fair. Mi lasciano spesso perplessa ma sfoglio sempre quelle di Mina sullo stesso giornale.
Ma è con la Suni che sfioro l’apoteosi.
E mi chiedo: ma la pagano? E perché lo fa, se chiaramente non gliene può fregare di meno? O è uno sfoggio di classe suprema, quel ridurre a una mezza riga che sembra borbottata trai denti verbose missive di casalinghe in lotta con la suocera o ordinari racconti di parenti serpenti? Comunque, è un faro illuminante.
Se non avete mai avuto il piacere, ecco alcuni esempi (le risposte sono a lunghezza naturale, eh, non le ho sintetizzate ndr):

Lettera tipo 1: Vecchio brontolone che va avanti per parecchie righe dicendo che non sopporta piercing, tatuaggi, donne incinte che mostrano la pancia e uomini con i capelli lunghi.
Risposta: “Bisogna imparare a sopportare gli altri che sopportano noi”. Tié. E zitto.

Lettera tipo 2: Lunghissima lagna di una figlia nei confronti dell’anziana madre che non scuce una lira e “ci ha fatto vivere nell’indigenza mentre accumulava un capitale”.
Risposta: Penso che sia una madre biasimevole perché ha educato figli che non la amano.” La vecchia è tirchia? E’ colpa tua, e zitta.
Lettera tipo 3: Lamentele di una persona sull’amico maleducato che pensa di essere divertente facendo pesanti allusioni su persone disabili o con difetti fisici.
Risposta: “Digli che può succedere a tutti e per scaramanzia dovrebbe tacere” (se l’amico ha letto, non voglio sapere dove si è toccato)

E infine, perla suprema di nobile distacco e sottile sarcasmo, la

Lettera tipo 4: Una signora definisce “schiaffo alla miseria” il fatto che un parrucchiere sia volato appositamente in Germania durante i Mondiali di calcio per tagliare i capelli a Totti.
Risposta: “Ma ha i capelli tagliati così bene Totti? Non me ne ero accorta”.

Sublime.

10 thoughts on “Susanna Agnelli, genio e sintesi

  1. Un faro di sintesi in un mondo di donne inette che si parlano addosso.

    Buona digestione postfestiva.

  2. Ma bli, tu credi ancora alle favole ?

    Le lettere alle redazioni ai relativi opionionisti/e sono tutte false.
    Le risposte alle lettere false, sono tutte false.
    I soldi che si prendono i sopracitati opinionisti, sono tutti veri.
    Ma questo ci che si merita il lettore dei magazine italiani.

  3. tillo: in ogni caso, le risposte della Suni, vere o false che siano, sono inimitabili nella loro lapidariet. Te lo dice una che, per dirla con Dania, si parla addosso spesso e volentieri. Poi, che nelle redazioni ci sia tanto (troppo) di costruito a tavolino, lo so, se non altro per esperienza…

  4. No, non potete dirmelo cosi’: davvero la Suni non scrive lei le risposte? Almeno, quando mi e’ toccato sapere che Gesu’ Bambino non esiste, mi aveva consolato la macchina a pile del Big Jim…

  5. Tillo, sei contento adesso? Vai almeno a comprare una Play Station a ‘sto ragazzo che si tiri su di morale.

  6. E’ DA QUASI 16 ANNI CIRCA CHE NON RIESCO PIU’ A SAPERE DOVE SCRIVERE PER RINGRAZIARE LA SIGNORA SUSANNA AGNELLI PER IL BENE CHE MI HA FATTO E CI HA FATTO IN PASSATO.CQUE SPERO CHE ALMENO ABBIA CAPITO CHI SONO.HO SPEDITO ANCHE AD OGGI UNA LETTERA SENZA ESITO.SALUTI.

  7. Susanna per me sei come una “nonnina” che non ho mai avuto ho bisohno di conoscere indispensabilmente il tuo parere circa una situazione che riguarda la mia vita. Ti prego rispondimi a questo messaggio tramite e-mail cos posso dirti tutto!!!
    Grazie e un bacio affettuoso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website