Tesoro, mi è sparita la Birmania

burmaBeppe, ma non è il solo immagino, segnala che la Birmania, dopo il solito periodo di attenzione spasmodica breve e intensa da parte dei media, è quasi sparita dalle nostre prime pagine. Ma anche dalle seconde e dalle terze, seguendo il bel noto schema della stampa nostrana.
In più il rosso delle magliette quest’anno non va tanto; sono più di moda il grigio e il viola, sorry.
Per chi vuole sapere qualcosa di più su questo paese, segnalo il suo bellissimo reportage realizzato, come si dice, in tempi non sospetti.

3 thoughts on “Tesoro, mi è sparita la Birmania

  1. Molto bello e complimenti al tuo amico che fa questi splendidi viaggi. Per rimanere in tema col blog, mi ha molto colpito “il monastero dei gatti saltanti”, dove monaci e felini vivono insieme in una “pigrizia meditativa”.

  2. Anche a me piaciuto da matti! A proposito del post sotto, se rinasco voglio essere un gatto del monastero!

  3. Amnesty ha messo online un nuovo appello per la Birmania, l’altro gi stato consegnato alle autorit, ma ovviamente gli arresti arbitrari dei manifestanti non sono finiti! Firmate il secondo appello, lo trovate sulle pagine di Amnesty.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website