Un festival per la tradizione orale

Io ho avuto la fortuna di avere due nonne che mi hanno sempre raccontato un sacco di storie. Storie della loro infanzia e giovinezza, aneddoti di vita in campagna, i bombardamenti durante le guerre (“le” guerre, perché una delle mie nonne era del 1901, non so se mi spiego…) e deliziosi racconti di innamoramenti palpitanti e fugaci e di rapidissimi fidanzamenti ufficiali per non “svergognare la famiglia”.

Tutto questo per dire che amo molto la narrazione, l’affabulazione, le tranches de vie, la cultura e il ricordo tramandati con la parola, ma anche con la canzone. E quindi questo weekend vorrei essere a Torino per il Festival dell’oralità popolare.

E’, cito dal comunicato stampa,

La più importante rassegna di tradizioni e cultura orale popolare itinerante sul territorio in Italia. L’occasione per conoscere ed approfondire, incontrare e scoprire il ricchissimo patrimonio intangibile italiano, tutte quelle espressioni popolari che vanno dalle tradizioni orali alle arti dello spettacolo, dalle feste e ritualità alle abilità artigianali.

Purtroppo, prevedo altri impegni in terra ligure; ma se siete in zona, magari fateci un salto e raccontate com’era.

2 thoughts on “Un festival per la tradizione orale

  1. Grazie dell’informazione Blimunda. Io sono lontanissima (sono pugliese) e non potr partecipare e raccontare, ma non sapevo dell’esistenza di questo festival e trovo che sia una grande idea, un modo per trattenere una parte rilevantissima della nostra identit che rischia di andar perduta. Magari il prossimo anno…
    Grazie, grazie davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website