Bit al volo

Rientrata da uno splendido weekend alle terme di Bormio (desideravo andarci da quando ho intervistato Manuela Di Centa che mi ha magnificato le virtù dei Bagni Vecchi, dove lei andava prima di ogni gara importante: pur essendo pigrerrima e avendo abbandonato gli sci circa 10 anni fa, ne ho approfittato anche io e confermo: fantastici.)
Due righe al volo sulla Bit:

bitGli stand del Centroamerica (che aveva uno spazio “globale” molto bello) e dei Caraibi sono sempre i più allegri. Mi sono fermata mezz’ora dai dominicani a godermi uno spettacolo di bachata e merengue. Qui il molto artigianale video;
Bellissimi anche quelli del Marocco e dello Yemen;
I miei conterranei liguri avevano uno stand da crepi-l’avarizia (momento di orgoglio) e hanno bit2presentato la prossima edizione di Slow Fish, a Genova dal 4 al 7 di maggio. A seguire, eccezionale aperitivo curato da Slow Food. Io, bicchiere di pigato in mano, ho cercato di irretire uno dei decoratori dello stand che stava ultimando un bellissimo arazzo di fiori per farmi cedere un pezzo di focaccia, ma non c’è stato verso;
Il Madagascar, uno dei prossimi posti sulla mia lista di viaggi, si è presentato ufficialmente agli operatori e alla stampa italiani per la prima volta;
E’ nato Quotidiano viaggi, giornale online dedicato al turismo;
Quest’anno ho deciso che diserterò la pur gloriosa Mangialonga delle Langhe per intrupparmi alla bit3Porcolonga, non fosse che per il nome (per chi è interessato: nove percorsi sulla strada del Culatello di Zibello, il 22 aprile e il 23 settembre);
Per quanto riguarda la sezione “sogni”, a ottobre da Genova parte il giro del mondo a vela;
I gadget più belli li aveva lo stand del Nepal: ho un portamonete verde decorato con passamanarie e perline che è una meraviglia;
bit5 Grande successo del teleturismo ossia i viaggi nei luoghi celebrati dalle fiction. Per fare un esempio, i visitatori del Castello di Aglié, nel Canavese, dove spasima e soffre Elisa di Rivombrosa sono passati da poco più di 8.000 a 92.000 dopo la prima serie della fiction, dieci volte tanto. Analogo incremento esponenziale per la Ragusa di Montalbano e per Città della Pieve, location di Carabinieri;
Per i turisti impegnati è nato Museumland.net, portale che recensisce 20.000 musei in 142 nazioni (così dice, io tutti non li ho guardati);
Infine, una prece per l’orrido portale che dovrebbe celebrare l’Italia nel mondo: un paese di qualità, recita, peccato per quel logo che sembra una specie di coccodrillo in piedi. bit4 In conclusione, a parte il Madagascar, voglio andare in Costarica e in Belize, ma prima devo partire per almeno un mese di Argentina e Cile, pena depressione incipiente.

Ora basta che se no vanifico il beneficio psicofisico delle terme.

A proposito del portale Italia.it, Giulia segnala l’intelligente iniziativa per crearne uno migliore.

4 thoughts on “Bit al volo

  1. B, un po’ eri partita (anche se sei andata vicino) ;-)
    Se farai la strada del culatello dimmelo, che ti far conoscere i Guareschi (Alberto e la Pasionaria) che sono nei dintorni.

  2. Che ti venisse un po’ di bene! Parti pure ma, mi raccomando, relazionaci! ;-)***

  3. Placida: ok, ti far sapere
    Princy e JillL: non ho detto che parto, ho detto che “vorrei partire”, ben diverso (purtroppo!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website