Gravidanze da record

Gravidanza_1
Mia mamma, quando aspettava me, ha messo su 16 chili. E si scofanava allegramente etti su etti di untissima, deliziosa, irrinunciabile focaccia genovese: “Mai avuto una nausea”, dice sempre quando va di amarcord.
D’accordo, allora non si usava che il ginecologo si trasformasse in un aguzzino che ti pesa a ogni visita e ti cazzia se sfori il tetto del chilo in più al mese (ho amiche più terrorizzata dalla bilancia del ginecologo che dall’amniocentesi).
Allora si diceva, molto pragmaticamente: “Sei incinta? Devi mangiare per due”.
E durante l’allattamento si proseguiva su questa linea, tanto che la neomamme ci mettevano magari più di un anno a perdere peso (e magari neanche tutto).

Oggi invece leggo che il Sun, glorioso tabloid UK, ha stilato addirittura una classifica delle Vip o presunte tali che sono dimagrite più in fretta dopo il parto.

14923662
La prima è Geri Halliwell (foto del suo sito ufficiale), che ci ha già abituato a dimagramenti repentini; vi ricordate quando da inglesotta volgaruccia e paffuta si è ripresentata in pubblico ai limiti dell’anoressia dicendo “E’ tutto merito della yoga”, e il suo chirurgo plastico ha fatto l’eco “Sì, e la mia addominoplastica dove la vogliamo mettere?”.

A seguire Gwen Stefani, platinata vocalist dei No Doubt che una settimana
dopo il parto cesareo è stata
avvistata fare jogging in Central Park a New York

Al terzo posto l’eterea Gwyneth Paltrow, splendida solo poche settimane dopo aver dato alla luce il suo secondogenito
Moses.
Complimenti a tutte e onore al merito.

Però, una cosa resta incinta a fare se neanche in quei nove mesi (e qualcuno di più) può permettersi finalmente di cestinare dieta e conto di calorie? Perché mai sobbarcarsi una gravidanza se poi non posso neanche disfarmi di focaccia?
Io, quando e se succederà, mangerò per due, per tre, per quello che avrò voglia.
Rivendico il mio diritto di essere gioiosamente grassa, senza sensi di colpa.
Almeno finché ho l’alibi.
Vedrai che scongiuro anche i baby blues.

5 thoughts on “Gravidanze da record

  1. a proposito della medicalizzazione della gravidanza, consiglio a tutte la lettura di MADRI SELVAGGE (tratta anche del tema della fecondazione assistita, ma la parte sulla gestione “normale” della gravidanza molto interessante, secondo me). “Madri selvagge”, Alessandra Di Pietro, Paola Tavella, Einaudi 2006, 11 euro.

  2. Un’amica in gravidanaza aveva messo su 7 chili in un mese, al quarto di gestazione, era in ferie e… si era un po’ lasciata andare ;-) Non vi dico a settembre la ginecologa, le ha dato una dieta che manco dal dietologo…

  3. Secondo me un po’ bisogna farci caso, se non altro per il fatto che l’eccesso di peso pu dar fastidio al pupo. Ma anche perch mangiando troppo ci si espone a un sacco di problemi (tipo diabete gravidico, robette cos) e soprattutto, poi le smagliature non se ne vanno pi.

    Comunque 16 chili non sono chiss che, in tutto (sono appena due o tre sopra il peso consigliato). Una mia amica ne ha messi su trenta. Trenta. Prima faceva la modella di biancheria intima. Dopo, ehm, no.

  4. @ giulia immagino (riguardo alla carriera della tua amica!). Ovvio che non bisogna esagerare; per guarda che da quanto sento in giro, il tetto che ti danno i medici 9 kg, uno al mese…

  5. Allora hanno stretto ulteriormente: io sapevo che andavano da uno a uno e mezzo (insomma, dodici chili sono normali). Trenta sono decisamente troppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website