Internet, sorpasso rosa per il 2007

Molto interessanti i dati del Digital Women Report 2006 dell’EIAA, European Interactive Advertising Association, all’interno del Mediascope Europe, lo studio che indaga il consumo europeo dei diversi media e in particolare il modo in cui gli utenti fanno uso di Internet. Il succo è che in Europa le donne supereranno presto gli uomini nell’utilizzo di Internet. Si tratta di un’ipotesi formulata a partire da un trend: negli ultimi tre anni il numero di ore spese online dalle internaute è cresciuto del 63%, mentre l’ascesa maschile si ferma al 54%, per cui è lecito prevedere che entro il 2007 le donne trascorreranno più tempo online rispetto agli uomini.

Il web si delinea quindi come il mezzo di comunicazione a crescita più alta tra le donne. Infatti, mentre l’uso femminile di internet è cresciuto del 63% a partire dal 2003, il tempo trascorso davanti alla televisione è aumentato solo del 12% e la lettura di giornali e riviste è al contrario diminuita del 4.5% lo scorso anno. A trascorrere il maggior tempo online sono le donne tra i 16-24 anni, le giovani professioniste e, strano ma vero, le mamme: le italiane con figli piccoli utilizzano il web con una frequenza superiore del 14% rispetto alla media femminile europea, e dicono di usarlo per risolvere in modo più rapido ed efficace i problemi della vita quotidiana. Gli argomenti più caldi e ricercati in rete sono aste online, shopping, banche e finanza: in generale l’interesse delle italiane si divide fra motori di ricerca (79%), siti di viaggi (57%), servizi di posta (49%) e news (43%).

Per me è una splendida notizia. E se la soluzione per contare di più passasse proprio dal web, che stiamo prendendo d’assalto stile minoranza silenziosa? Intanto non importa a nessuno: i grandi numeri e i giochi di potere si fanno sui media tradizionali. Per ora. Io il fortino lo presidierei, hai visto mai.

Finché non se ne accorgono…

4 thoughts on “Internet, sorpasso rosa per il 2007

  1. Il fortino va presidiato, giustamente, ma sono troppe le “ragazze” (me inclusa) che fanno del web un uso al di sotto delle loro possibilit, o di quelle del mezzo. Voglio dire, alla fine io posso avere un blog molto visitato, ma sempre il Neri che comanda la baracca. Uno che noto per pensare che la media delle donne sarebbe molto pi apprezzabile senza audio :D

    Morale della favola, va bene presidiare il fortino, ma bisogna spaccare i culi (pardon my French) anche nella vita.

  2. Il fortino sar pure presidiato, ma bisognerebbe vedere quanti pellerossa ci sono nei paraggi… Mi spiego: dalla ricerca apprendo che cresce maggiormente l’uso di internet da parte delle donne rispetto agli uomini. Ma in termini assoluti, quanti uomini e quante donne usano internet? Purtroppo non ho dati in merito. La nostra blogmaster ci pu aiutare?!

  3. @ Giulia: verissimo, le “ragazze” giocano con la Rete e gli uomini detengono il (poco) potere. Per visto chel’online ancora una nicchia che, almeno in Italia, muove pochi soldi, meno credo offra margini molto pi ampi dei cosiddetti mainstream media
    @ Mauro non ho dati assoluti in merito, ma condivido la tua legittima obiezione: il tot percento di poco ancora meno. Parliamo di fenomeni che interessano ancora una minoranza della popolazione

  4. Il crescente interesse verso internet da parte delle donne mi sembra positivo, ma comunque riterrei molto positivo anche un utilizzo maggiore da parte di tutti (purtroppo non ci sono i dati assoluti). Internet non rientrer nei giochi di potere dei media tradizionali, ma l’unico mezzo attuale davvero libero e un forte utilizzo non porterebbe a una popolazione pi consapevole del mondo che ci circonda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website