Quasi quasi dichiaro indipendenza

You can’t be a real country unless you have a beer and an airline. It helps if you have some kind of a football team, or some nuclear weapons, but at the very last you need a beer.
(Frank Zappa)

cato mappaOra, magari ho più ritardi dell’Intercity Milano-Genova, ma io non sapevo che esistesse.

E’ Cato Island, un’isoletta al largo della barriera corallina australiana, 300 km a nord est di Harvey Bay. Dal 2004 ospita il Gay & Lesbian Kingdom, nato in opposizione alla legge australiana che proprio in quell’anno bandiva i matrimoni gay. Un gruppo di attivisti è sbarcato sull’atollo a bordo del Gayflower (giuro!), ha piantato la bandiera arcobaleno e ha dichiarato l’indipendenza dall’Australia. Ora il kingdom ha un suo sito web, batte moneta (il Pink Dollar), ha un inno nazionale (I am what I am di Gloria Gaynor) e a giudicare dalle foto sembra un posto niente male per una vacanzina (per me comunque precluso visto che l’accesso è gay only).
Così, visto l’aria che tira in Italia, dopo il fenomeno paranormale conosciuto come “La Sparizione dei Dico”, magari uno ha voglia di farci un giretto.

micronations

Btw, l’ho trovato in una geniale guida Lonely Planet, Micro Nations, the Lonely Planet Guide to Home-Made Nations, che parla appunto di questi piccoli regni più o meno immaginari sparsi per il mondo. Alcuni grandi come l’appartamento del fondatore e imperatore, come Lovely, a Londra. Ma d’altronde, scrivono gli autori, se il Vaticano con i suoi 900 abitanti può dirsi uno stato, perché non Lovely, che vanta più di 55.000 “cittadini”? Insomma, si parla di gente che un giorno si sveglia e dichiara indipendenza. Il prossimo weekend quasi quasi vado sullo scoglio della Pria Pulla a Pegli e lo faccio anche io.
Anche se in Liguria abbiamo già dato: nella guida non manca, ovviamente, il nostro glorioso Principato di Seborga.

7 thoughts on “Quasi quasi dichiaro indipendenza

  1. Ma nel gay kingdom, la casa regnante si perpetua? No perch potrebbero avere qualche problema nell’applicare il concetto di ereditariet

  2. Fiodor: bella domanda. L’attuale Imperatore, Dale Parker Anderson, pare essere imparentato con Re Edoardo II d’Inghilterra. Non parlano di successione, ma probilmente quando sar il momento sceglieranno tra una rosa di candidati di sangue pi o meno blu, par di capire.

  3. ..eh eh … non se ne sa mai abbastanza e poi di stranezze nel mondo ce ne sono a mucchi… chiss come sar fatto il “pink dollar”?
    ciao
    Andrea

  4. Non c’entra niente (o quasi) comunque ho visto “Saturno contro” e mi piaciuto un sacco. Non sono mai stata molto sensibile alle temetiche “omo” come non lo sono per quelle di genere… come se mi interessaro solo le persone a prescindere dal sesso. Per questo film lo consiglierei soprattutto agli omofobi: una gran bella riflessione.

  5. beh, che dire: grandissimi!
    chiss se dopo la sparizione dei dico i gay italiani troveranno un’isoletta per loro (una senza basi americane, possibilmente)

  6. serpe: devo ancora andarci. Ma che bella la tua frase “mi interessano le persone a prescindere”
    beppe: come ho scritto, la mitica Pria Pulla libera…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website