Salvateci dalle madri italiche (dei maschi)

(Suona il telefono di casa. Il numero lo hanno solo in due. Sanno che sarebbe preferibile non telefonare nelle ore di pisolino della bimba. Il telefono squilla sempre nelle ore di pisolino della bimba. Come non detto).

“Pronto?”
“Pronto…” (Voce chioccia e disperata di ordinanza) “Sono io…volevo sapere…mio figlio c’è?”
“Ah, ciao”. (E penso: io sto bene, come spero di te. Ma taccio). “No, è uscito, perché? Puoi dire a me?”
“Ah…è uscito…volevo solo sapere se avevo ancora un figlio. Non mi chiama mai. Non lo vedo mai. E io sono sempre qui da sola, chiusa in questa casa, tutti i giorni, sola, sempre sola. Mi viene la depressione”.
“Ok, capito. Sai, ha sempre molto da fare. Comunque tra mezz’ora è qui, ti faccio richiamare subito”.
“Ah no. Io adesso vado a fare shopping con mia sorella, che inaugurano un centro commerciale”.
“Ah, ok. Allora stasera?”
“No, stasera è lunedì. Lo sai che vado a ballare”.
(E certo, scema io a non pensarci). “Ah giusto, allora domani?”
“Sì ma richiamo io che devo andare dal parrucchiere”. (Agli ordini).

Tra poco devo uscire. Lascerò un post-it stile:

Chiamato tua madre. Solitudine estrema. Rivendicazioni sparse. Non richiamarla, shopping più ballo più parrucchiere. A dopo, ciao.

9 thoughts on “Salvateci dalle madri italiche (dei maschi)

  1. un momento: sembra anche un po’ mia madre, ma con me. e io son femminuccia.

  2. mia mamma è così, sempre stata. è diventata la barzelletta della redazione, con le sue otto chiamate al giorno. ora è ammalata. non arrivo ad avere i sensi di colpa per non averle mai dato retta – non ce la faccio – ma ho imparato ad avere più pazienza: forse perché mi rendo conto che prima o poi la persecuzione finirà. di sicuro la persecuzione non mi mancherà, ma forse la mamma sì.
    (chiedo scusa, sarà la neve)

  3. Ragazze forza che tra poco sarà natale e potrete così abbracciarle di persona

  4. Ma mi leggi nel pensiero? No, perché abbiamo proprio avuto una bufera, in questa casa, e giusto giusto la mamma si è messa di mezzo.
    Tienimi!

  5. Non so quanti anni abbia tua suocera, ma metto la firma per diventare sola come lei! ;-)

  6. lo stolking perpetrato da un genitore è perseguibile per legge? No?! peccato!!! :(

  7. eheheh…’fettivamente le madri del maschietto son sempre un cicinin più lamentose. Ringrazia u segnù d’aver avuto una figlia femmina, che sennò tra 30 anni ti ritrovavi madre italica pure tu
    (che poi le madri italiche dipendono dal ruolo di suocera che sono; anziché “viste da destra viste da sinistra”, “viste dalla nuora/viste dal genero”. sperando solo che il futuro genero non abbia un blog…scherzo, scheeeerzzooo! ;-***)

  8. Ma e’ la copia di mia suocera! :) Dan(iela)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*
Website